The woman in black

Tre sorelle giocano con le loro bambole e un servizio da te quando si fermano e contemporaneamente, quasi ipnotizzate, si recano alla finestra, la aprono e si gettano di sotto. Questa è una delle molte tragedie che occorrono ai bambini di un villaggio sperduto in Inghilterra; posto dove il giovane avvocato Arthur Kipps (Daniel Radcliffe), purtroppo vedovo e con un bambino piccolo si deve recare in seguito alla morte di una cliente. Ha il compito di visitare la casa, ormai vuota, fare ordine tra i vari documenti della donna e venderla.

Troverà una gelida accoglienza, gli negheranno la prenotazione della stanza dell’unico albergo e lo istigheranno ad andarsene, ma col rischio di perdere il lavoro il giovane avvocato si fa portare (pagando profumatamente) nella casa e scopre che questa è lontana dal resto del paese e la marea in vari momenti della giornata la isola totalmente.

Rinverrà documenti angoscianti e segreti custoditi fino ad allora, inizierà a sentire pianti di bambini che chiamano la mamma e a vedere una donna vestita di nero…

Considerazioni: finalmente un film horror che è riuscito a farmi sussultare sulla poltrona, cosa davvero difficile per una come me che questo genere di film li adora e di conseguenza ne sono diventata un pò assuefatta. Solo un paio di scene le ho trovate scontate, me le aspettavo insomma, ma il film è davvero inquietante! Favoloso!

Tratto dal romanzo omonimo scritto dall’autrice Susan Hill.

Annunci

5 risposte a “The woman in black

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...